Mistercarota.com
Ricette di cucina per chi ama cucinare

Bianchittos

Bianchittos
  • Portata: Dolci » Piccola pasticceria
  • Pubblicata il: 29/04/2008
  • Regione: Sardegna
  • Click: 7018

Ingredienti

Ingredienti: kg. 1 di zucchero semolato n. 15 albumi di uova freschissime (senza traccia di tuorlo) la Zesta* grattugiata di n. 2 limoni biologici gr. 150 di mandorle spellate, filettate e tostate

Preparazione

Montare accuratamente gli albumi con lo zucchero dal basso verso l’alto e in movimento rotatorio, fino a ottenere un composto liscio, bianco e consistente.
Quindi aggiungervi la buccia di limone.
Continuare a miscelare per bene e dopo, molto delicatamente e preferibilmente a mano, unirvi amalgamandole le mandorle che dovranno essere distribuite in tutto il composto.
Con una sac-a-poche riempita a 2/3 del prodotto formare su teglia imburrata o con carta-forno (un tempo questa operazione di effettuava con una semplice forchetta) dei mucchietti simile a delle fiammelle che possono essere guarnite ulteriormente con della Momperiglia (Traggera o diavolini colorati) e qualche filettino di mandorla.
Mettere la teglia in forno già caldo a non più di 120°C. e non oltre 60 minuti!!! Naturalmente controllando il tutto ogni mezzora!!!
Ovviamente la buona riuscita di questi dolcetti dipende non solo dalla giusta preparazione e/o confezionamento ma anche dalla stabilità del forno che si utilizza secondo l'escursione termica che induce ai cibi, se in modo uniforme o meno.
Quindi se non soddisfatti del cottura avvenuta, si può comunque continuarla, sino a risultato voluto (con l’interno "en petit peu baveuse"). Questo perché molti dicono di lasciare i cosiddetti nel forno, dopo averlo naturalmente spento, tutta la notte: si asciugheranno senz'altro bene, ma sarà una cottura e asciugatura approssimativa e non controllata, potranno venire troppo secchi e asciutti, troppo colorati e sos bianchittos devono presentarsi assolutamente immacolati come neve!! Quindi questa è al soluzione che io adotto, in quanto posso controllare i vari stadi di cottura ottimali!!! (...sembra una cosa semplice sta' meringa!!!).
Vorrei precisare inoltre che questa è sì un'antica ricetta sarda che è stata acquisita durante la dominazione piemontese in Sardegna, che comprende sia l'utilizzo di quello specificato che ' utilizzo della pasta di mandorle per fare dolci.

Una piccola chicca: quando voglio personalizzare Sos Bianchittos li siringo di liquore di mirto, appunto nella zona centrale baveuse, che conferiranno allo stesso un sapore unico nel suo genere e di indubbia origine isolana.

meringhe

  • Stampa questa ricetta
  • Invia questa ricetta ad un amico
  • Condividi con Facebook
  • Condividi con Twitter
  • Condividi con LinkedIn
  • Condividi con Pinterest