Mistercarota.com
Ricette di cucina per chi ama cucinare

1938 - Il polentone

1938 - Il polentone
- Autore: Claudio Palma
- Le sue ricette
  • Stampa questa storia
  • Invia questa storia ad un amico

Ricette di una volta, ricette di un secolo fa.

Ottobre 1938. Ormai è quasi mezzogiorno e lei si sta' preparando per uscire per andare a portare il pranzo per le opere: da queste parti cosi' viene chiamata tutta quella gente, in maggioranza uomini, che stanno lavorando nei campi dei proprietari terrieri, raccogliendo ortaggi e frutta, grano, nelle vigne, o lavorando la terra. E lei, anche se ha 16 anni ed Ã?Æ?Ã?¨ una ragazza carina, non ha alcun timore di andare li' in mezzo a tanti uomini dal momento che tra loro c'Ã?Æ?Ã?¨ anche suo padre: anche lui lavora li'.
Sua madre ha quasi preparato tutto ormai e lei Ã?Æ?Ã?¨ quasi pronta. Lei lo sa' quello che sua mamma ha preparato per le opere: un piatto che qui' in paese viene chiamato il polentone e quando tornera' stavolta ha deciso di farsi dire tutta la ricetta: a dicembre la sera della vigilia di Natale sua mamma vuole fare il polentone e quest'anno vuole essere lei a prepararlo, sempre che sua madre glielo permetta.
Il cestino di vimini Ã?Æ?Ã?¨ bell'e pronto: contiene una teglia con il polentone, qualche salsiccia ed un canovaccio per coprire il tutto. Lei allora prende un tovagliolo, lo arrotola e se lo mette sulla testa e poi, aiutata dalla madre, prende il cestino e lo mette in testa sopra il tovagliolo arrotolato e poi si incammina verso i campi, non prima di aver ascoltato le solite raccomandazioni della madre "non ti farmare a parlare con le amiche, stai attenta a dove metti i piedi e se incontri uomini non li guardare mai in faccia e tira dritto, capito?".
E lei va', ma in cuor suo e nella sua mente qualcuno gia' c'Ã?Æ?Ã?¨. La strada per arrivare ai campi ormai la conosce bene, ma oggi lei ha deciso di passare accanto ai prati dove c'Ã?Æ?Ã?¨ un ragazzetto della sua stessa etÃ?Æ?Ã?  che porta sempre li' a pascolare il bestiame; appena giunta li' vicino, allora lei fa finta di essere stanca e posa in terra il cestino di vimini; il ragazzetto la vede, lascia le sue mucche e corre ad aiutarla. Non Ã?Æ?Ã?¨ la prima volta che lei allunga la strada per fare due passi con il suo fidanzatino; Ã?Æ?Ã?¨ gia' qualche mese che stanno insieme, per lui camminare mano nella mano con lei Ã?Æ?Ã?¨ sempre una bellissima emozione ma ancora non ha avuto il coraggio di darle un bacio. "Siamo quasi arrivati, vai via altrimenti ti vede papÃ?Æ?Ã? " dice lei al suo ragazzo. Ma lui ora non sa piu' resistere: posa in terra il cestino di vimini, le si avvicina e con dolcezza la bacia, poi le dice ciao e scappa via.

E' giunta la sera e lei si sta' ripetendo mentalmente la ricetta del polentone che la mamma le ha insegnato:
Ingredienti per 4 persone: 500 gr di farina di mais, sale, 2 litri abbondante d'acqua, 600 gr di pomodori pelati e tritati, vero olio extravergine d'oliva non filtrato, aglio, sedano, carota, cipolla, pecorino romano ed a chi piace salsicce cotte (bollite in poca acqua e poi sgocciolate)
Preparazione: - soffriggere l'aglio e quando Ã?Æ?Ã?¨ colorato toglierlo; aggiungere sedano cipolla e carota tritati e farli soffriggere; aggiungere i pomodori tritati, far bollire per almeno mezz'ora a fuoco basso e se ci piacciono le salsicce aggiungerle a metÃ?Æ?Ã?  cottura del sugo;
- mettere poi a bollire un litro abbondante di acqua salata; poco prima che inizi a bollire versare a pioggia un pugno di farina mescolando con un cucchiaio di legno;
- appena bolle veramente aggiungere a pioggia poco per volta la rimanente farina (non Ã?Æ?Ã?¨ detto che ne occorrera' tutta); continuare a mescolare con il cucchiaio di legno sino a quando la polenta tendera' a staccarsi dalle pareti della pentola e risultera' molto densa e dura a mescolarsi;
- bagnare la spianatoia di legno (o anche di marmo), raccogliere il polentone a palla, e metterlo sulla spianatoia formando una cupola;
- prendere un filo o uno spago e tagliare delle fette non troppo spesse;
- ungere una teglia a diametro stretto ed a bordi molto alti, disporre sul fondo ed accanto ai bordi della teglia le eventuali salsicce e disporre un primo strato di fette di polenta (due o tre), coprire con un po' di sugo, spolverare abbondante pecorino stagionato oppure fette di pecorino semi-stagionato e poi coprire con altre fette di polenta; continuare cosi' terminando con il pecorino;
- mettere il polentone in forno o nel camino per farlo scaldare qualche minuto.

  • Stampa questa storia
  • Invia questa storia ad un amico