Mistercarota.com
Ricette di cucina per chi ama cucinare

Scones irlandesi

Claudio Palma- Autore: Claudio Palma
- Le sue ricette
  • Stampa questo post
  • Invia questo post ad un amico

...mi svegliai al mattino molto tardi, ed appena sveglio solo dopo alcuni istanti realizzai che mi trovavo da Gloria, incontrata a Londra nei pressi di Oxford Street: fu lei ad invitarmi a passare qualche giorno in Irlanda.
Il profumo che sentivo arrivava dalla cucina dove lei stava cuocendo gli scones. Doveva essersi per forza alzata molto presto... Ecco la ricetta, da me un pochino adattata agli usi italiani:
Scones irlandesi. Ingredienti per 4 persone: 150 gr di farina - 400 gr di patate (a pasta gialla) - 1/2 bicchiere di latte - due cucchiai di parmigiano 40 gr di burro - 1 uovo - aglio - un cucchiaino di senape in polvere - mezza bustina di lievito istantaneo (veramente come lievito usano il bicarbonato di sodio e cremor di tartaro oppure latte acido) - sale - pepe.
- Lavare e cuocere le patate in acqua per 30 minuti; pelarle e tagliarle a cubetti;
- impastare la farina, il lievito, la senape, il parmigiano (non e' questo il formaggio usato, ma va bene lo stesso), sale, pepe e burro ammorbidito; amalgamare bene tutto aggiungendo aglio tritato, uovo e latte;
- aggiungere poi all'impasto le patate tagliate a cubettini; sulla teglia da forno, su un foglio d'alluminio, disporre delle palline di impasto distanziate l'una dall'altra e cuocere per 15 minuti a 200 gradi (forno gia' caldo).
A questo punto mi disse anche un'altra versione non irlandese: gli
Scones americani. Ingredienti per 8 scones: 150 gr di farina bianca - 150 gr di farina d'avena - 2 cucchiaini di bicarbonato di sodio - 1 cucchiaino di zucchero - 50 gr di burro - 2 uova - poca uva passa - 1/8 di litro (125 ml) di buttermilk (latte inacidito con gocce di limone) - pizzico di sale.
- Mescolare le due farine, il bicarbonato, lo zucchero, il pizzico di sale e formare la fontana sulla spianatoia;
- mettere nel centro il burro spezzettato con le mani in pezzetti piccoli;
- mescolare il buttermilk con le uova sbattute e l'uvetta ammollata e strizzata;
- versare la crema ottenuta nella farina disposta a fontana ed impastare molto velocemente in modo da formare subito l'impasto;
- formare dei piccoli panetti, disporli nella teglia imburrata e cuocerli a 180 gradi per 20 minuti.

A questo punto permettetemi di non raccontare quello che accadde nel pub dove Gloria mi porto', anche perché non è che ricordi molto bene (forse per colpa della troppa Guinness che bevvi la sera prima...).
Ecco cosa vi posso dire di quel che ricordo. Di cose da mangiare li' ce n'era davvero molta. A parte gli scones di cui sopra, farciti con marmellata e burro, a parte l'Irish coffee, ed a parte i soliti fish and chips, che poi sarebbero pescetti fritti e patatine fritte, c'era una roba fatta con agnello o manzo (non si capiva bene) stufata nella birra: me l'hanno presentata come Irish Stew. Altre cose buone erano ad esempio delle buone zuppe, accompagnate da uno strano pane scuro, molto ma molto morbido, spalmato con burro salato (mai mangiato in Italia).
Ma la strana colazione proposta era fatta da pancetta, salsicce, uovo, una salsa a base di fagioli, uovo e pomodoro fritti in padella e delle fette di pane tipo bruschetta, accompagnato il tutto da (indovina?) thè: ovviamenta 'sta roba l'avrei mangiata solo nel caso in cui mi sarei voluto suicidare!
Nei pub, altre cose strane che seppi glissare abilmente fu che se un irlandese ti invita a bere birra, paga lui ma tu devi bere tanti bicchieri quanti ne beve chi ti ha invitato, e devi anche finire li bicchiere altrimenti si offende e si in...zza (ah! dimenticavo: la birra qui si beve calda!). Poi è perfettamente inutile sedersi ed attendere qualcuno a cui chiedere l'ordinazione: non verra' mai, sei tu che da bravo ti devi alzare ed andare al banco a fare le tue richieste.

  • Stampa questo post
  • Invia questo post ad un amico