Mistercarota.com
Ricette di cucina per chi ama cucinare

Tajine come prepararla all'uso

Tajine come prepararla all'uso
Livio Guazzotti- Autore: Livio Guazzotti
- Le sue ricette
  • Stampa questa scheda
  • Invia questa scheda ad un amico

Procedimento

La "tajine" è un recipiente in terracotta, costituito da un largo tegame a bordi rialzati e da un caratteristico coperchio conico, ed è impiegata in tutto il Marocco, in particolare al sud.
Viene utilizzata per cotture abbastanza prolungate, a temperature non troppo elevate, sia in forno che sul fuoco o sulla stufa.
Le caratteristiche del recipiente fanno condensare i vapori sul coperchio conico da cui ricadono sui cibi in cottura mantenendoli morbidi.
La peculiarità della cottura con la tajine è che gli aromi dei vari ingredienti si amalgamano lentamente dando come risultato una incredibile armonia di gusti e profumi.
La cottura avviene con pochi grassi, quasi a vapore, ed è quindi molto salubre; l'aggiunta di spezie, erbe aromatiche o altri ingredienti come mandorle, sesamo, limone confit, frutta secca o miele dona ai cibi un profumo intenso e delicato nello stesso tempo.
Sia che cuciniate carne, pesce, verdure o frutta resterete stupiti dalla semplicità d'uso della tajine e dalla delicata bontà delle preparazioni.

La tajine richiede un trattamento preliminare all'uso, ecco come fare.
Sciacquate la tajine che vi siete appena procurati con acqua corrente poi lasciatela in ammollo per alcune ore.

Asciugatela, e mettete sul piatto una cipolla divisa in quarti, una carota tagliata a pezzi, uno spicchio d'aglio tagliuzzato, un ciuffo di salvia, un cucchiaino di timo ed un giro di olio d'oliva, coprite il tutto con due bicchieri d'acqua e mettete al fuoco a fiamma bassa e con l'interposizione di una retina spandicalore.

Fate sobbollire per circa due ore poi toglietela dal fuoco e lasciatela raffreddare.

Eliminate la verdure usate per il "rodaggio", sciacquate la tajine con acqua ed eccola pronta per l'uso.

IMPORTANTE: non usate mai detersivi poiché potrebbero essere assorbiti dalla porosità della terracotta e rilasciare odori sgradevoli nelle successive preparazioni.

  • Stampa questa scheda
  • Invia questa scheda ad un amico